Peschine dolci Romagnole

Aggiornamento: 4 mag


In dialetto queste piccole delizie si chiamano “Pisgheini” ovvero peschine, nome appropriato per la loro forma e il colore. Si possono trovare in tutte le nostre pasticcerie e di tutte le dimensioni, grandi per una colazione da campioni oppure piccoline da mettere in un bel cabaret da portare ad un pranzo domenicale. Sono molto gradite qui in Romagna perché sono un'esplosione di sapori. Bisogna avere un po' di pazienza per prepararle, ma danno una grande soddisfazione quando le porti in tavola su di un bel vassoio. Hanno la forma simile ai baci di dama, ma l'interno è scavato per creare un cestino che verrà riempito solitamente da crema pasticcera classica, ma si può optare anche per una crema pasticcera al cioccolato. La loro particolarità ovviamente è la copertura: dopo aver unito le due metà, le peschine vengono passate nel liquore che tutti riconosciamo per il suo colore intenso, l'alchermes, e subito ricoperte di zucchero.


Gusci di noce!

Vi do un piccolo suggerimento per avere dei cestini perfetti senza romperli. Utilizzate dei gusci di noce! Dovrete olearli bene prima di premerli su ogni pallina di pasta frolla, poi posizionarli sulla teglia con la pasta frolla in alto. Una volta sfornate aspettate qualche minuto e poi delicatamente rimuovete i gusci da ogni cestino di frolla.


Buona preparazione!


La ricetta

Tempo di preparazione 30 minuti

Tempo di cottura 20 minuti

Dosi 10 peschine


Ingredienti

PASTA FROLLA

300 gr di farina 00

150 gr di zucchero semolato

150 gr di burro

2 uova


COTTURA PASTA FROLLA

Gusci di noce q.b.

Olio di semi q.b.


CREMA PASTICCERA

500 ml di latte

2 uova pasta gialla

2 cucchiai di farina 00

4 cucchiai di zucchero semolato


COPERTURA

Alchermes q.b.

Zucchero semolato q.b.


Procedimento

PER LA PASTA FROLLA

1. Frullare, con l'aiuto di un mixer, burro morbido e zucchero ottenendo un composto sabbioso. Aggiungere uova e farina e mixare fino a quando l'impasto formerà una palla compatta


​2. Avvolgere il panetto di impasto nella pellicola trasparente e lasciare da parte


​3. Formare delle palline da 1 cm di diametro, spennellare di olio di semi i gusci delle noci. Schiacciare ogni pallina di frolla sui gusci facendo dei piccoli cestini. Infornare in forno ventilato per 20 minuti a 170°. Sfornare, lasciare raffreddare e togliere delicatamente i gusci delle noci da ogni cestino


PER LA CREMA PASTICCERA

1. In una pentola mescolare uovo e zucchero con la frusta a mano o con un frullino elettrico, ottenendo una crema chiara e spumosa, aggiungere poi la farina setacciata e mescolare ancora


2. Porre il pentolino su fuoco dolce e aggiungere il latte scaldato continuando a mescolare. La crema impiegherà qualche minuto per raggiungere la temperatura per poi addensarsi in pochi secondi, mescolare continuamente per evitare grumi


3. Rimuovere la pentola dal fuoco e trasferire la crema in una terrina ricoprendola con pellicola trasparente a contatto con la superficie, lasciare raffreddare


COMPOSIZIONE

1. Con l'aiuto di una sac a poche riempire ogni guscio con la crema pasticcera, unire due metà e prima passarle in una ciotola con l'alchermes e poi in un'altra ciotola con lo zucchero assicurandosi di coprire bene tutta la superfice




1.039 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti