Zuppa inglese

Aggiornamento: 17 feb 2021

In questo giorno dedicato alle mamme, vi propongo uno dei dolci preferiti dalla mia nonna, la matriarca della famiglia, regina della cucina, Azdòra (massaia) DOC.


La tradizione romagnola chiama questo dolce "Sopainglesa", ma perché inglese? Un inglese c'entra, adesso ve lo spiego. La storia racconta che lo scrittore anglosassone (l'inglese per l'appunto) Lord George Gordon Byron passò dalle mie parti a Ravenna per visitare la Contessa Teresa Gamba Guiccioli precedentemente incontrata a Venezia. Questo mica l'altro ieri, parliamo ormai di oltre 200 anni fa. Lei era di Ravenna e lui la voleva corteggiare, perciò passò e si fermò per più di due anni, l'era inamurê (era innamorato).


Le leggende sull'origine del dolce sono molteplici, ma quale sarà quella vera? A noi piace questa versione: a Ravenna si usava preparare un dolce tipico composto da crema e cioccolato, Lord B. ne andava matto. Si sostiene che uno dei cuochi della casa Gamba Guiccioli preparò per il Lord una zuppa con crema, cioccolato e pan di spagna imbevuto nel liquore, prendendo spunto dal tipico dolce inglese "Trifle". Questa zuppa fu dedicata infatti allo scrittore e prese quindi il nome di "Zuppa inglese".


In Romagna, tradizionalmente, si possono usare nella preparazione sia savoiardi che pan di spagna. Nella mia variante ho utilizzato savoiardi fatti in casa perché così li faceva la mia nonna. Li ho fatti Senza Glutine perché comunque una volta preparati ce li dobbiamo anche mangiare e, come ho scritto in post precedenti, mi surëla (mia sorella) è intollerante al glutine. La resa dell'impasto sicuramente è diversa, sono infatti un pochino più bassi e meno soffici, ma il sapore è identico. Questa volta ho utilizzato il Mix per dolci Nutri Free come farina sia per l'impasto che per la crema e sono molto soddisfatta. Il liquore più comunemente usato in Romagna per svariati dolci della tradizione è l'Alchermes dal bellissimo color rubino acceso. Talmente acceso che se non vi mettete i guanti miei cari/e, impronte digitali rosse assicurate. Una piccola accortezza, imbevete velocemente i savoiardi altrimenti dovrete raccoglierne la poltiglia con un cucchiaio, trattengono moltissimo liquido e si rompono facilmente.


Pochi ingredienti, facile da realizzare, dal sapore di casa. Un dolce giallo rosso come i colori della mia città! L'è pròpi bô (è proprio buono).



la ricetta

Tempo di preparazione 40 minuti + 1 hr di riposo

Tempo di cottura /

Dosi 4 porzioni

Senza Glutine


Ingredienti


750 ml di lat (latte)

3 uova

6 cucchiai di zucchero

3 cucchiai di Mix per dolci Nutrifree senza glutine

1 bustina di vanillina

35 gr di cioccolato fondente

Savoiardi senza glutine q.b.

Alchermes q.b.

Cacao in polvere q.b.


preparazione


1. Sbattere uova, zucchero, faréna (farina) e vanillina in una pentola a fuoco spento


2. Scaldare a parte e lat (il latte), ma non portarlo a bollore



3. Tritare il cioccolato grossolanamente e mettere da parte in una scudela (ciotola)


4. Versare il latte caldo nella pentola a fuoco dolce cominciando subito a mescolare fino ad ottenere una crema densa


5. Versare metà della crema calda nella scudela (ciotola) insieme al cioccolato e mescolare. Lasciare raffreddare entrambe le creme


6. In un piatto fondo versare poco Alchermes e inzuppare i savoiardi mano a mano che si compongono gli strati


7. In una terrina o in piccoli bichir (bicchieri) disporre il primo strato di savoiardi, coprire con la crema gialla, seguita da un altro strato di savoiardi e crema al cioccolato. Continuare fino all'esaurimento degli ingredienti lasciando come ultimo strato una delle due creme


8. Spolverizzare a piacere con polvere di cacao




Zuppa inglese


On this day dedicated to mothers, I'm proposing one of my grandmother's favorite desserts, the matriarch of the family, queen of the kitchen, Azdòra (housewife) DOC.



The Romagna tradition calls this dessert "Sopainglesa" (english soup), but why English? An English man has to do with it, now I'll explain. The story tells that the Anglo-Saxon writer (the English one) Lord George Gordon Byron passed my neighborhood in Ravenna to visit the Countess Teresa Gamba Guiccioli previously met in Venice. This not the day before yesterday, we are now talking about over 200 years ago. She was from Ravenna and he wanted to court her, so he passed by and stayed for more than two years, he was inamurê (he was in love with her).


The legends about the origin of the dessert are many, but which will be the real one? We like this version: in Ravenna they used to prepare a typical dessert consisting of cream and chocolate, Lord B. was crazy about it. It is said that one of the chefs of the Gamba Guiccioli house prepared a soup for the Lord with custard, chocolate and sponge cake soaked in liqueur, inspired by the typical English dessert "Trifle". This soup was in fact dedicated to the writer and therefore took the name of "Zuppa Inglese".


In Romagna, traditionally, both ladyfingers and sponge cake can be used in the preparation. In my recipe I used homemade ladyfingers because my grandmother used to make them. I made them Gluten Free because once they are prepared, we must also eat them and, as I wrote in previous posts, my surëla (my sister) is intolerant to gluten. The yield of the dough is certainly different, they are in fact a little smaller and less soft, but the flavor is identical. This time I used Nutri Free Cake Mix as flour for both the dough and the custard and I am very satisfied. The most commonly used liqueur in Romagna for various traditional sweets is Alchermes with a beautiful bright ruby ​​color. So bright that if you don't put on gloves my dears, red fingerprints are guaranteed. A little forethought, quickly soak the ladyfingers otherwise you will have to collect the mush with a spoon, they hold a lot of liquid and break easily.


Few ingredients, easy to make, with a taste of home. A yellow red dessert like the colors of my city! L'è pròpi bô (it's really good).



recipe

Preparation time 40 minutes + 1 hour rest

Baking time /

Servings 4

Gluten Free


Ingredienti


750 ml lat (whole milk)

3 eggs

6 tbsp of caster sugar

3 tbsp of Nutri Free Cake Mix gluten free

1 bag of vanillin

35 gr of dark chocolate

Savoiardi (ladyfingers) gluten free q.b.

Alchermes q.b.

Unsweetened cocoa powder q.b.


method


1. Beat eggs, sugar, faréna (flour) and vanillin in a saucepan off the heat


2. Heat the lat (the milk), but do not bring it to a boil


3. Chop the chocolate coarsely and set aside in a scudela (bowl)


4. Pour the hot milk into the saucepan over low heat and start stirring immediately until you get a thick cream


5. Pour half of the hot custard into the scudela (bowl) with the chocolate and mix. Leave both custards to cool


6. Pour a little Alchermes into a deep dish and soak the ladyfingers as you go on with layering


7. In a serving dish or in small bichir (glasses or cups) arrange the first layer of ladyfingers, cover with the yellow custard, followed by another layer of ladyfingers and chocolate custard. Continue until all the ingredients are used up, leaving one of the two custards as the last layer


8. Sprinkle with cocoa powder to taste

97 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

TIramisÙ