Babka al cioccolato


La Babka ovvero "nonnetta" in polacco, è un pane dolce Est Europeo più precisamente ashkenazita di cui esistono due versioni: quella polacca che è essenzialmente una torta e quella più famosa che vi propongo oggi di origine ebraica, un pane intrecciato ripieno di frutta secca, semi di papavero, cannella o cioccolato. Le nonne, da cui prende il nome, la preparavano per lo Shabbat (festa del riposo, ovvero ogni sabato). Altre fonti raccontano che il dolce sia nato da un avanzo del Challah, un ricco pane all'uovo che si preparava sempre in occasione dello Shabbat.


Non ho mai avuto molta affinità con i lievitati, i miei tentativi sono finiti più o meno sempre nel bidone. Il problema è che se un lievitato non lievita non c'è molta alternativa se non appunto la pattumiera. A volte i miei impasti non si muovevano di una virgola, a volte crescevano poi si sgonfiavano prima della cottura, a volte in cottura. Insomma, dopo tante delusioni ho abbandonato l'impresa fino a che non ho tentato un panettone , avrei potuto provare con dei pangoccioli prima ma no, perché puntare al semplice, facciamo un panettone e facciamolo senza glutine. Per farla breve questo mi ha dato coraggio per ritentare.


La Babka mi ha dato del filo da torcere anche se in verità è molto semplice da preparare, ha solo bisogno di tempo (e nel mio caso anche di tante preghiere). L'ho fatta altre due volte prima di ottenere un risultato soddisfacente. Il primo impasto fa parte della categoria di quelli che non si muovono di una virgola e il suo destino inevitabilmente è stato un tuffo nel bidone; il secondo invece è lievitato anche troppo diventando una massa informe. Di Babka aveva proprio solo il nome. Comunque la terza volta è andata bene ed è veramente buonissima!

Sembra una treccia di pane in cassetta, sa effettivamente di pane ma dolce e una volta tagliata anche all'interno se ne può apprezzare l'intreccio che la contraddistingue in superficie. Sofficissima all'interno e con una crosta dorata all'esterno. Ho scelto di fare la versione al cioccolato, noterete dalla ricetta che non si tratta di solo cioccolato sciolto e spalmato, ma di una crema con zucchero e burro che scrocchierella sotto i denti e per me è questo il suo bello. Mi fa pensare al cioccolato di Modica, per chi lo ha provato sa a cosa mi riferisco, per chi non l'a provato non so come facciate a vivere.


Accortezze

Vi suggerisco di usare la planetaria se ne avete una perché vi aiuterà molto nell'impastare a lungo e abbiate la farina a portata di mano per stendere l'impasto.

Fate attenzione ad intrecciare la Babka nel modo giusto ovvero mantenendone la parte centrale tagliata verso l'alto, in modo che il cioccolato formi un bel disegno in superficie.


Se leggendo questo post avete trovato un po' di conforto riguardo i vostri lievitati cestinati sappiate che vi capisco e non siete soli, sono con voi. Esercitatevi con questa ricetta e fatemi sapere se ne è venuto fuori qualcosa di buono!


Buona preparazione!



La ricetta

Scarica la versione PDF

Babka al cioccolato
.pdf
Download PDF • 7.14MB

Tempo di preparazione 4 ore

Tempo di cottura 40 minuti

Dosi 2 stampi da plumcake


Ingredienti

Impasto

3 uova

90 gr di burro

80 gr di zucchero

200 gr di farina 00

250 gr di farina manitoba

130 gr di latte fresco intero

1 pizzico di sale

7 gr di lievito di birra disidratato


Farcitura

150 gr di cioccolato fondente

120 gr di burro

50 gr di zucchero



Procedimento

PER L'IMPASTO

1. Nella planetaria con gancio impastatore aggiungere le farine, il lievito e lo zucchero e mescolare brevemente


2. In una ciotola sbattere velocemente il latte con le uova aiutandosi con una forchetta, aggiungerli a filo dentro la planetaria in funzione a media velocità, lasciare impastare fino ad incordare bene l'impasto (10-15 minuti circa)


3. Quando l'impasto diventa elastico e si stacca dalle pareti della ciotola, aggiungere il burro morbido a piccoli pezzi incorporandolo bene per 15 minuti


4. Trasferire l'impasto su un piano di lavoro infarinato e impastare a mano dando forza alla pasta e attivando così il lievito


5. Fare riposare e lievitare per due ore all'interno di una ciotola leggermente imburrata coperta con pellicola trasparente. Lasciare lievitare all'interno del forno spento con la luce accesa



PER LA FARCITURA

1. Sciogliere a bagnomaria il burro con cioccolato e zucchero, lasciare da parte a raffreddare


2. 10 minuti prima dell'utilizzo riporre in frigorifero



INTRECCIO

1. Sul piano di lavoro infarinato stendere l'impasto in un rettangolo, spalmare un sottile strato di crema al cioccolato fredda da frigo su tutta la superfice


2. Arrotolare la sfoglia dal lato lungo ottenendo un rotolo. Tagliare il rotolo nel senso della lunghezza e intrecciare le due parti mantenendo verso l'alto il lato interno in corrispondenza del taglio

3. Adagiare la treccia nella forma da plumcake e lasciare lievitare per altri 60 minuti


4. Infornare la Babka in forno statico a 175° per circa 40 minuti




76 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti